Call Us: +39 347/4459601 or +39 340/7768810  /   info@toyscar.org  /   Associazione Culturale Toyscar, Vico Carità 15, 09074 Ghilarza OR  /  c.f. 90055010954

© 2023 by A.C.TOYSCAR. Proudly created with Wix.com

SCHOOL

 

Di seguito la presentazione di tutti i nostri corsi, in collaborazione con i massimi esperti nazionali sulle tematiche trattate



Scuola,famiglia e territorio: incontrarsi per educarsi

PERIODO: da concordare
RELATORI: dott.ssa Pezzica,psicologa perfezionata in Psicopatologia dell'apprendimento e specializzata in Psicoterapia cognitiva.E' presidente dell'Associazione Italiana Disturbi di Attenzione e Iperattività,sezione Toscana. dott.Perticone, consulente psicopedagogico presso il centro Famiglia “S.Anna”di Firenze,collabora con Interforma

il programma prevede:
8 ore di formazione rivolte agli insegnanti
4 ore di formazione rivolte a genitori
4 ore di formazione rivolte agli alunni


CONTENUTI DEL CORSO:
Genitori-alunni ed insegnanti:dal conflitto al parternariato
I formatori incontreranno gli insegnanti e i genitori in due momenti distinti per trattare di problemi psicologico-relazionali tra genitori-figli e insegnanti-alunni partendo dall'ascolto e dalla condivisione delle esperienze per comprendere e proporre in seguito alcuni modelli di analisi e di soluzione.
La scuola vista dagli alunni
Problemi psicologico-relazionali tra figli e genitori e alunni-insegnanti.
In seguito saranno presentate alcune simulate e possibili interventi volti a ristrutturare le convinzioni legate all’apprendimento e a modificare eventuali approcci negativi alla scuola

 

Come Acquisire Maggiori Competenze nello Studio:
dalla Motivazione alle Strategie di Studio

 

PERIODO: da concordare
CONDUTTORI: dott.ssa C. Mammarella,psicologa clinica proveniente dalla provincia di Padova. Ha svolto il dottorato di ricerca in Percezione Psicofisica e attualmente collabora con l'Università di Padova. E' un formatore del Centro Studi Erickson di Trento.

Dott.ssa Meneghetti psicologa clinica,collabora attualmente con l'Università di Padova.
 

il programma prevede:
6 ore di formazione rivolte agli insegnanti
4 ore di formazione rivolte a genitori

 

CONTENUTI DEL CORSO:
Motivazione, convinzioni e atteggiamento verso la scuola dell’insegnante e dello studente
Attualmente la letteratura evidenzia che gli aspetti emotivo-motivazionali dello studente, ovvero quanto è consapevole delle proprie abilità di studio e le sue abilità di saper auto-regolare le proprie conoscenze durante lo studio stesso sono elementi che intervengono nel favorire il successo scolastico. Le convinzioni relative al proprio sé, alla propria intelligenza, agli obiettivi di apprendimento o fallimento a scuola hanno un ruolo centrale nello studio. Verranno affrontatati gli aspetti dell’ansia che si può vivere a scuola e delle emozioni legate allo studio.
Strategie di comprensione del testo e di memoria
Verranno affrontate le principali strategie utilizzate nello studio, quali le strategie di comprensione del testo (individuare le informazioni importanti, crearsi un modello mentale del testo ecc.) e di memoria (elaborazione profonda delle informazioni, come ricordare materiale difficile ecc.). seguito saranno presentati i possibili interventi metacognitivi volti a ristrutturare le convinzioni legate all’apprendimento e a modificare eventuali cattive abitudini di studio o modalità di comprensione e memorizzazione superficiali o comunque inadeguate.

Con il genitore: come promuovere le competenze motivazionali e strategiche nell’apprendimento. In questa parte verranno riprese le tematiche affrontate negli incontri precedenti (motivazione e strategie di studio).
 

Insegnanti e orientamento scolastico e lavorativo

 

PERIODO:disponibilità tutto l'anno

CONDUTTORI: da definire


il programma prevede:
10 ore di formazione rivolte agli insegnanti
( + possibili ulteriori ore di consulenza individuale/di gruppo )

 

CONTENUTI
Formarsi nell'orientamento
La gestione del colloquio di orientamento: il colloquio è uno degli strumenti fondamentali per lo svolgimento delle attività di orientamento, ma nell'orientamento assume caratteristiche proprie che lo distinguono da altri colloqui in ambito psicologico, quali ad esempio quelli a impostazione clinica, psicoterapeutica e da altri colloqui basati sulla relazione di aiuto.
Counselling orientativo e motivazionale;
La relazione di aiuto e la gestione del colloquio di orientamento: possibili approcci, le strategie del consiglio, le modalità comunicative ottimali, analisi di casi; strumenti per la conduzione di colloqui orientativi specialistici e l'autoformazione alle modalità comunicative ottimali.

Il bilancio di competenze nell’orientamento: itemi di analisi, le fasi del bilancio, il dossier di bilancio; come condurre bilanci orientativi individuali e in piccoli gruppi

 

Valutazione del disagio e della dispersione scolastica
 

PERIODO:disponibilità tutto l'anno

CONDUTTORI: dott. Nicola Della Ventura, laurea in scienze politiche, indirizzo politico-sociale. Sociologo, perfezionato in analisi e modificazione del comportamento di persone con disabilitàintellettiva. Èstato educatore presso la casa Cottolengo di Bosa. Titolare della ditta Toyscar, collabora con istituzioni pubbliche e private.
 

il programma prevede:
test TVDalunni con Bisogni Educativi Speciali(BES)


CONTENUTI DELL’INTERVENTO: Valutare il vissuto scolastico dei ragazzi degli istituti superiori per cogliere la multifattorialitàdel disagio : concetto di sé, rapporto con i compagni, con la scuola, con gli insegnanti e i genitori. I test permettono di individuare gli alunni e le classi con maggiori disagi, di progettare interventi mirati e di valutarne gli esiti.permettono di individuare, raccogliere e gestire con metodo tutti i dati relativi alle necessitàeducative speciali degli alunni e organizzare una strategia inclusiva globale.

MODULO A somministrazione test
MODULO B rielaborazione test e discussione dei risultati con personale docente e dirigente

 

 

Progetto giovani: imparare la legalità attiva

CONTENUTI DEL CORSO:
Educazione alla democrazia ( nella scuola e nella società )
Gestione partecipata della risorsa comune: la cittadinanza attiva
Responsabilità del cittadino e delle istituzioni pubbliche
Il lavoro in rete ( scuola-famiglia-territorio)
Orientamento scolastico/lavorativo (metodi e tecniche)e dispersione scolastica (indagine e conoscenza del fenomeno)
Prevenzione e gestione del disagio (tecniche e metodi)
Benessere personale in classe ( automotivazione, autonomia, senso di appartenenza )

METODOLOGIA:
Il progetto si articola in: 20 ore rivolte ai docenti
20 ore rivolte al personale ATA
divise in 4 appuntamenti curati da:
la dott.ssa Sara Pezzica, psicologa perfezionata in Psicopatologia dell'apprendimento e specializzata in Psicoterapia cognitiva. E' presidente dell'Associazione Italiana Disturbi di Attenzione e Iperattività, sezione Toscana, collabora con il Centro Studi Erickson di Trento e con diverse riviste specializzate;
gli psicologi dello staff scientifico della Toyscar.

La dottoressa Pezzica curerà il primo incontro in due momenti distinti: un primo momento rivolto al personale docente e un secondo a quello ATA su: << I nuovo disagi dell’età evolutiva>> ,<< La comunicazione>> e << Il gruppo classe>>. Questo incontro si svolgerà in un’unica sede centrale.restanti tre incontri si svolgeranno presso tre sedi periferiche ( es. Ghilarza, Oristano, Arborea ) saranno curati dagli psicologi della Toyscar e verteranno sulle modalità operative e i contenuti di seguito riportati.
Per i docenti (lezione frontale e gruppi di discussione ) :
I° << Orientarsi alla scuola, orientarsi alla vita>> metodi e tecniche per insegnare ad orientare gli alunni nella scelta del percorso scolastico e/o lavorativo.
II° << come coinvolgere i nostri alunni in esperienze di cittadinanza attiva>> metodi e tecniche per aiutare gli studenti a gestire le proprie emozioni e per promuovere il senso di appartenenza, l’autonomia, il senso di protagonismo e l’autostima e per evitare che i principali disagi dell’età evolutiva evolvano in forme di disagio più gravi: vandalismo, bullismo, delinquenza.
III° << gli alunni con bisogni educativi speciali>> tecniche e metodi non solo per facilitare l’approccio e la programmazione con alunni in situazione di handicap ma prepararsi ad accogliere nel gruppo classe i nuovi migranti provenienti da paesi extracomunitari e/o stranieri.

Per il personale ATA (lezione frontale e gruppi di discussione):
I° costruire il lavoro in rete tra personale ATA- dirigenti - docenti - alunni;
II° tecniche e metodi per coinvolgere al rispetto degli ambienti comuni, al senso di appartenenza degli alunni e come riconoscere e monitorare i principali disagi dell’età evolutiva;
III° << gli alunni con bisogni educativi speciali>> tecniche e metodi a supporto della programmazione dei docenti con alunni in situazione di handicap e i nuovi migranti provenienti da paesi extracomunitari e/o stranieri.
concorso denominato: <<progetta tu: cosa vorrei per essere un cittadino attivo?>> rivolto agli alunni di tutte le scuole della provincia di Oristano e dalla consulta studenti.
Ancora secondo il Comitato Nazionale e Legalità :
<< La cultura della legalità può diventare il nesso di congiunzione tra l'istruzione e l'esperienza attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti nella vita della scuola, con l'obiettivo di sviluppare la loro capacità di assumere impegni, di autoregolarsi e di amministrarsi. La partecipazione si impara praticandola. Luoghi privilegiati e consentiti dagli Ordinamenti scolastici vigenti sono le Consulte Provinciali degli Studenti che saranno invitate a fare sempre più "rete" tra di loro, a mettere in sinergia le risorse, le idee per l'attuazione di progetti e di iniziative volti a valorizzare le capacità,le vocazioni,i talenti dei giovani, fornendo occasioni di sviluppo della loro creatività>>.parla spesso della difficoltà di motivare il mondo giovanile alla responsabilità e al rispetto della legalità mentre il mondo giovanile al contrario rivendica la difficoltà a sentirsi parte della società perché inascoltato. La soluzione è offrire uno spazio in cui possano parlare i giovani con il cinema, il video, il disegno e la scrittura e proporre le loro idee, riflessioni e progetti per una cittadinanza democratica e attiva

Un convegno conclusivo in cui verranno illustrati i risultati dell’intero percorso attraverso contributi filmati, dati statistici e relazioni dei rappresentanti di ogni gruppo discussione. Sarà presieduto dai rappresentanti istituzionali che aderiranno al progetto, dalla dott.ssa Pezzica e dagli psicologi della Toyscar che avranno curato il sul campo

A SOSTEGNO
Indagine statistica sui principali disagi dell’età evolutiva da proporre distinti per docenti e alunni.
Documentario su seminari di formazione ( per i docenti e per il personale ATA )


 

BULLISMO: TECNICHE DI ANALISI E DI INTERVENTO
Intervento progettato, proposto e curato dalla Dott.ssa Valentina Porcu


MODALITA
Il progetto è articolato in due fasi distinte.
la prima fase prevede 7 incontri formativi, con gli insegnanti, della durata di 3 ore ciascuno; gli incontri saranno di carattere teorico-pratico.
La seconda fase prevede un incontro, con gli insegnanti, di verifica e di valutazione del percorso svolto, della durata di 3 ore. E’ possibile modificare la modalità dell’intervento qualora le esigenze del calendario didattico non consentissero questa strutturazione

Prima fase
Ogni incontro sarà articolato in tre fasi:
apertura, indicata sinteticamente dalla lettera A ;
sviluppo dei contenuti, indicata sinteticamente dalla lettera S ;
chiusura, indicata sinteticamente dalla lettera C;

Seconda fase
Un incontro con gli insegnanti al fine di verificare e valutare l’eventuale applicazione di tecniche apprese durante il percorso di formazione. L’incontro sarà della durata di 3 ore e si svolgerà verso la parte finale dell’anno scolastico o comunque dopo alcuni mesi successivi alla prima fase.

 

 

Didattica metacognitiva e abilità di studio.Empowerment cognitivo,motivazione ad apprendere e prevenzione dell’insuccesso scolastico.

PERIODO: disponibilità da concordare
CONDUTTORI: dott.ssa C. Mammarella, psicologa clinica proveniente dalla provincia di Padova. Ha svolto il dottorato di ricerca in Percezione Psicofisica e attualmente collabora con l'Università di Padova. E' un formatore del Centro Studi Erickson di Trento.

il programma prevede:
10 ore di formazione rivolte agli insegnanti

CONTENUTI DEL CORSO:
Il percorso formativo si propone di suggerire modalità di intervento sia su difficoltà già manifestate e sia come strategia di prevenzione per stimolare l’ automotivazione ad apprendere,l’elaborazione di un metodo efficace per comprendere i contenuti,memorizzare e studiare in modo significativo e promuovere nell’alunno la capacità di accostarsi razionalmente alla soluzione dei problemi(di ordine pratico,scolastico e interpersonale).

 

Costruire il benessere personale in classe. Dispersione scolastica,educazione socio-affettiva ed educazione alla salute.
 

PERIODO:disponibilità tutto l'anno

CONDUTTORI: dott.ssa Pezzica,psicologa perfezionata in Psicopatologia dell'apprendimento e specializzata in Psicoterapia cognitiva. E' presidente della Associazione Italiana Disturbi di Attenzione e Iperattività,sezione Toscana.
 

il programma prevede:
10 ore di formazione rivolte agli insegnanti

CONTENUTI DEL CORSO:

La prima parte del corso sarà dedicata all’analisi dei nuovi disagi dell’età evolutiva e ai disturbi nell’ambito della sfera emotiva e relazionale.La seconda parte sarà focalizzata su strategie di intervento e attività da applicare in classe per aiutare gli studenti a gestire le proprie emozioni e per promuovere il senso di appartenenza,l’autonomia,il senso di protagonismo e l’autostima e per evitare che i principali disagi dell’età evolutiva evolvano in forme di disagio più gravi:delinquenza,vandalismo e bullismo.Verranno inoltre illustrati metodi operativi per migliorare il rapporto tra docente e studente.
 

Ricerca sociale: l'inchiesta campionaria
Intervento progettato, proposto e curato dalla Dott.ssa Manuela Porcu


Lo scopo del seminario è quello di fornire ai partecipanti le basi per l'impostazione e lo svolgimento di un'indagine statistica, utile per programmare un intervento sul territorio. In particolare saranno forniti gli strumenti e le conoscenze metodologiche necessarie per conoscere bisogni e problematiche del contesto sociale nel quale si intende operare. Partendo dall'analisi di una problematica sociale esemplificativa, verranno fornite le indicazioni necessarie per la costruzione del disegno di ricerca, la raccolta, l'elaborazione dei dati e la stesura del relativo rapporto.
Verrà illustrato il questionario come esempio di rilevazione quantitativa dei dati, esaminando le diverse modalità di rilevazione e le problematiche relative alla formulazione delle domande. Verranno affrontati i concetti fondamentali dell'analisi statistica (variabili; casi; modalità) e le principali tecniche di campionamento.
Il seminario prevede inoltre un'esercitazione pratica presso il laboratorio informatico, nel quale i partecipati avranno modo di acquisire le conoscenze basilari del programma di analisi statistica SPSS.

Articolazione del modulo:
I° giornata:
a) metodi di ricerca sociale: approccio qualitativo e quantitativo (1h.)
-presentazione di una ricerca qualitativa e quantitativa
b) costruzione del disegno di ricerca: (4h.)
-analisi della letteratura e delle fonti statistiche ufficiali
-popolazione di riferimento e tecniche di campionamento
-formulazione dell'interrogativo di ricerca
- dalla teoria alle ipotesi
-dai concetti alle variabili
-indicatori ed indici
-operativizzazione dei concetti complessi
-lettura dei risultati
c) costruzione del questionario (2h.)
-modalità di rilevazione
-formulazione delle domande

-tecnica delle scale
d) concetti base dell'analisi statistica: (2h.)
- matrice dati
- distribuzioni di frequenza
- analisi monovariata e bivariata

II°giornata:
a) Laboratorio informatico: introduzione al programma statistico SPSS
- costruzione della matrice ed inserimento dati;
-fondamenti di analisi monovariata e bivariata;
-presentazione dei risultati attraverso grafici e tabelle.

La Qualità dell’integrazione scolastica

 

PERIODO: da concordare
CONDUTTORI: dott.ssa Valentina Porcu, psicologa clinica, counsellor ed educatrice professionale. E’esperta in tecniche di gestione di gruppo e del lavoro in rete.

Il programma prevede:
10 ore di formazione rivolte agli insegnanti in classe e di sostegno

CONTENUTI DEL CORSO:

Conoscenza dei "bisogni educativi particolari" e delle differenze individuali, individualizzazione dell'insegnamento e personalizzazione delle relazioni educative

Clima interpersonale e culturale di collaborazione e solidarietà
Un clima culturale che si fondi principalmente sul gioco di squadra, sulla collaborazione tra i docenti, con i dirigenti, con le famiglie e con la comunità.
Attivazione primaria della risorsa alunni

l'apprendimento cooperativo, il tutoring, la reticolazione informale di relazioni di aiuto, nello sviluppo di comportamenti interattivi nel contesto classe.

Costruzione di partnership con le famiglie
Comunicazione e coinvolgimento dei genitori
Costruzione di partnership con i servizi sociosanitari e con gli psicologi scolastici e i pedagogisti
Integrare la scuola nella comunità

Le nuove disposizioni sull'attribuzione di sempre maggiori competenze agli Enti locali in materia di integrazione scolastica e lo sviluppo delle autonomie della scuola costituiscono lo scenario in cui collocare questo nuovo "radicamento" della scuola nella comunità di appartenenza.

Documentare le esperienze e valutare l'integrazione

Metodi e tecniche di analisi
 

Dal PEI al Progetto di vita

 

PERIODO: da concordare
CONDUTTORI: la dott.ssa Cristiana Palmieri,ricercatrice presso L’università <<Bicocca>> di Milano,insegna pedagogia dell’handicap e pedagogia della disabilità e dell’integrazione presso la facolta di Scienze della Educazione.Ha pubblicato diversi articoli e libri tra cui:<<dal PEI al progetto di vita:la prospettiva della cura educativa>>

 

il programma prevede:
7 ore di formazione rivolte agli insegnanti
3 ore di formazione rivolte a genitori

 

CONTENUTI DEL CORSO:
Dal PEI al progetto di vita metodologie e proposte
Il quadro istituzionale secondo l’ICF
Strategie didattiche
proposte di programmazione
individualizzazione dell'insegnamento-apprendimento
Il protagonismo didattico per l'insegnante di sostegno
Coordinamento
organizzazione
Cura
La scuola vista dai genitori

 

 

I Bisogni Educativi Speciali

PERIODO:da concordare
CONDUTTORI: la dott.ssa Cristiana Palmieri,ricercatrice presso L’università<<Bicocca>> di Milano,insegna pedagogia dell’handicap e pedagogia della disabilitàe dell’integrazione presso la facolta di Scienze della Educazione.Ha pubblicato diversi articoli e libri tra cui:<<dal PEI al progetto di vita:la prospettiva della cura educativa>>

il programma prevede:
ore di formazione rivolte ai dirigenti

CONTENUTI DEL CORSO: da definire col docente


 

Orientamento scolastico e lavorativo con alunni disabili

 

PERIODO:disponibilità tutto l'anno

CONDUTTORI:


programma prevede:
10 ore di formazione rivolte agli insegnanti
( + possibili ulteriori ore di consulenza individuale/di gruppo )

 

CONTENUTI
Formarsi nell'orientamento
La gestione del colloquio di orientamento: il colloquio è uno degli strumenti fondamentali per lo svolgimento delle attività di orientamento, ma nell'orientamento assume caratteristiche proprie che lo distinguono da altri colloqui in ambito psicologico, quali ad esempio quelli a impostazione clinica, psicoterapeutica e da altri colloqui basati sulla relazione di aiuto.
Counselling orientativo e motivazionale;
La relazione di aiuto e la gestione del colloquio di orientamento: possibili approcci, le strategie del consiglio, le modalità comunicative ottimali, analisi di casi; strumenti per la conduzione di colloqui orientativi specialistici e l'autoformazione alle modalità comunicative ottimali.
Il bilancio di competenze nell’orientamento: itemi di analisi, le fasi del bilancio, il dossier di bilancio; come condurre bilanci orientativi individuali e in piccoli gruppi